dall'opera lirica alle operette
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Josè Carreras

Andare in basso 
AutoreMessaggio
luwaig94
Amministratore
avatar

Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 24

MessaggioTitolo: Josè Carreras   Sab Gen 15, 2011 9:23 pm

Josep Carreras i Coll (Barcellona, 5 dicembre 1946) è un tenore spagnolo, molto apprezzato per i ruoli ricoperti specialmente nel repertorio del melodramma verdiano e pucciniano.

Una parte della fama che ha ottenuto in tutto il mondo è dovuta anche alla partecipazione ai concerti dei Tre Tenori, accanto a Luciano Pavarotti e a Plácido Domingo.
Carreras ha mostrato un grande talento già in tenera età. Risale a quando aveva appena otto anni la sua prima esecuzione in pubblico, avvenuta alla radio nazionale spagnola con "La Donna è mobile". A undici anni è in scena al Liceu nel ruolo di giovanissimo soprano nell'opera di Manuel de Falla El retablo de Maese Pedro e del monello nel secondo atto de La bohème.

In quegli anni, Carreras studia al Conservatori Superior de Música del Liceu. Il debutto al Liceu come Flavio nella Norma attira l'attenzione del famoso soprano Montserrat Caballé, che cantava nel ruolo principale. Ella lo invitò a cantare accanto a lei in Lucrezia Borgia di Gaetano Donizetti.

Carreras cantò ancora con la Caballé nel suo debutto del 1971 sul palcoscenico londinese, all'età di 25 anni, in un'esecuzione da concerto della Maria Stuarda. Negli anni successivi, i due cantanti interpretarono insieme più di quindici opere.

Nel 1972, debutta in America nel ruolo di Pinkerton nella Madama Butterfly. Nel 1974, debutta al Staatsoper di Vienna nel ruolo del Duca di Mantova, come Alfredo ne La traviata al Covent Garden e come Cavaradossi nella Tosca al Metropolitan Opera. L'anno successivo, Carreras debutta alla Scala come Riccardo in Un ballo in maschera.

All'età di 28 anni, Carreras aveva già un repertorio di 24 opere. Nella sua carriera fa incontri artistici molto significativi come ad esempio quello con Herbert von Karajan che lo vorrà per le realizzazione discografica e scenica di molte opere come Aida, Don Carlo, Tosca, Carmen o quello con Riccardo Muti con cui realizza due incisioni di Cavalleria Rusticana (Carreras, Caballè, Manuguerra, Hamari, Varnay) e I Pagliacci (Carreras, Scotto, Nurmela).

La sua vicenda artistica ha anche un risvolto amoroso nella relazione che ebbe con il soprano Katia Ricciarelli per diversi anni, con la quale formò un sodalizio artistico superlativo, interpretando ed incidendo con lei Trovatore, Bohème, Tosca, Turandot, La Battaglia di Legnano, I due Foscari, ecc.

Con il passare del tempo cade inevitabilmente nella scelta di ruoli cui tutti i tenori aspirano e quindi inizia a cantare Calaf (che incide anche con la Caballè e Mirella Freni, diretti da Alain Lombard), Alvaro nella Forza del Destino (alla Scala con la Caballè), Manrico, Radamès (con Karajan a Salisburgo nel 1985), ed altri ruoli inadatti alla sua voce.

Lo strumento vocale comincia inevitabilmente ad usurarsi, e l'esecuzione di opere intere diventano un ostacolo spesso difficile da superare: questa, oltre ovviamente, alla malattia che lo ha colpito nel 1987 è la principale causa del declino vocale che Carreras ha cominciato a conoscere già dagli anni ottanta, con l'emissione di acuti sempre più forzati e male immascherati, non di rado spezzati da stecche. In anni più recenti il repertorio si è volto a privilegiare ruoli più concentrati su un registro più centrale o baritenorile come Samson et Dalila o Sly.

Nel 1987, proprio al culmine della sua carriera, Carreras si ammala di leucemia e i medici reputano che le possibilità che possa guarirne siano di 1 a 10. L'artista non solo sopravvive, ma riprende la carriera di cantante, nonostante la malattia abbia dato alla voce,già usurata per la scelta sbagliata del repertorio, un colpo grande. Nel 1988, fonda un'opera per dare supporto finanziario agli studi contro la malattia e finalizzata alla registrazione dei volontari donatori di midollo osseo.

Nel 1988 è stato sostituito nel film La bohème da Luca Canonici. Nel 1990, in centinaia di milioni vedono da tutto il mondo i Tre Tenori in occasione del concerto di apertura dei mondiali di calcio a Roma. Il concerto era originariamente stato concepito per raccogliere dei fondi per la fondazione di Carreras e anche come un modo per i suoi colleghi, Domingo e Pavarotti, di salutare il ritorno dell'artista nel mondo operistico.

Nel 2010 si esibisce in una serie di concerti evento in location originali: le Guglie del Duomo di Milano (9-12-14 luglio), a Lajatico (25 luglio) con Andrea Bocelli e Zucchero, a Marostica (14 settembre) nella Piazza degli Scacchi ove si svolge biennalmente la famosa Partita a Scacchi Viventi.

Oltre all'opera, Carreras ha anche cantato generi come la zarzuela (tipica forma di teatro musicale spagnolo). È anche apparso in West Side Story.
https://www.youtube.com/watch?v=CO5Ff7aIzFw
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://lagrandemusica.forumattivo.it
 
Josè Carreras
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La grande musica :: Musica :: Cantanti-
Andare verso: